Come allenare la mente: il segreto per essere più concentrato

Al giorno d’oggi, frenesia e competizione, sono pane quotidiano. Perciò, la capacità di concentrazione è diventata una risorsa preziosa. Essere in grado di allenare la mente, ad essere focalizzata, su una specifica attività o compito può fare la differenza. Che tipo di differenza? Quella tra il rigoglioso successo e il mero fallimento, sia nella vita personale che in quella professionale.

Ti sei mai chiesto se la concentrazione sia un dono naturale o una capacità che possiamo sviluppare? Ormai molti anni fa, me lo sono chiesto anch’io. Le risposte a questa domanda possono essere molteplici, sorprendenti e inaspettate. 

Contrariamente alla convinzione comune, la genialità non è necessariamente un dono innato. Le scoperte recenti nel campo delle neuroscienze, hanno aperto nuove strade nella comprensione del cervello umano. E delle sue straordinarie capacità di apprendimento e adattamento. 

Si è rivelato che il cervello può continuare a crescere e migliorare per tutta la vita. Perciò, uno degli strumenti più potenti a nostra disposizione per coltivare questa crescita è la creatività.

In questo articolo, esploreremo com’è possibile allenare la mente. Qual è il segreto per restare concentrati. Inoltre, parleremo del metodo Walt Dinsey come tecnica di memorizzazione per allenare la mente.  

Scopriremo come la creatività può diventare un alleato formidabile in questo processo. E come avere una mente aperta, puó essere la chiave per sbloccare il nostro pieno potenziale di concentrazione.

Iniziamo subito…

Allenare la Mente con il Metodo Walt Disney

Probabilmente stai pensando: la Walt Disney fa i film, che c’entra con la memoria e con la possibilità di allenare la mente? Sii paziente, tra qualche minuto tutto ti sarà più chiaro. 

Per allenare la mente al fine di una memorizzazione ottimale, spesso è necessaria una combinazione di parole e immagini. Tale combinazione è conosciuta come “schemi di memoria”. Questi “schemi” infatti, consentono di mantenere l’informazione impressa più a lungo. 

È stato dimostrato che apprendiamo meglio quando parole e immagini vengono presentate insieme. In prossimità l’una dell’altra, e con una narrazione visuale animata, piuttosto che attraverso una semplice sovraimpressione di testo. Ed ecco che la Walt Disney in questo la fa da padrona!

Ma perché? Devi sapere, che una delle menti più geniali della comunicazione visiva è Bachrach della Walt Disney. Bachrach ci presenta, infatti, qualcosa che chiama la “tecnica Walt Disney”. 

Sai come affrontava le sue sfide creative l’ideatore di Topolino? Te lo spiego subito e in maniera semplice, così da poterla ricordare facilmente. 

Walt Disney cambiava la prospettiva della sua posizione per tre diverse volte, assumendo tre ruoli distinti:

  • Il Sognatore. In questa fase, lasciava libera l’immaginazione. E immaginava come avrebbe affrontato la sfida, senza preoccuparsi dei dettagli pratici e operativi.
  • Il Realista. Successivamente, passava alla fase di pianificazione concreta. Qui definiva come avrebbe trasformato i suoi sogni in realtà, stabilendo un piano d’azione.
  • Il Critico. Infine, si metteva nella prospettiva del critico e metteva alla prova le sue idee. In questo modo poteva scovare i punti deboli e lavorare per migliorarli.

riportati i 3 punti per allenare la mente del metodo Walt Disney

Questo approccio di Walt Disney per allenare la mente, è particolarmente efficace, nel canalizzare la creatività e aumentare la produttività.

Allena la Mente con del Buon Cibo

E se ti dicessi che esiste un modo per potenziare allenare la memoria e potenziarla? E se ti dicessi che puoi incrementare: intelligenza, intuito e concentrazione, senza alcuno sforzo straordinario? 

Dimentica tutti i film che hai visto, in cui ti offrono pillole per la memoria, con i loro pericolosi effetti collaterali. E non preoccuparti del tuo Quoziente Intellettivo, la chiave risiede nella consapevolezza di ciò che metti ogni giorno nel tuo piatto.

Quello che mangio mi rende più o meno intelligente? So che questa informazione potrebbe scombussolarti. Tuttavia ha il suo fondo di verità. Potrebbe sembrare incredibile, ma negli anni ho conosciuto migliaia di persone che combattevano con: 

  • l’affaticamento mentale, 
  • la memoria offuscata, 
  • gli sbalzi d’umore,
  • i cali di energia, 
  • i blocchi creativi, 
  • la confusione, 
  • la difficoltà di concentrazione, 
  • i problemi nell’esprimersi;
  • l’incapacità di organizzare le informazioni in modo coerente. 

Quello che molte di queste persone non sapevano è che sperimentare tali sintomi è abbastanza comune, e le cause sono varie. Tuttavia non sono legate alla genetica, alla forza di volontà o alla qualità della persona. Molto spesso infatti, sono tutti sintomi derivanti da una nutrizione poco sana o non adatta al nostro organismo. 

Il problema principale risiede, infatti, nel funzionamento del nostro straordinario e complesso cervello. Il cui potenziale reale è ancora in gran parte sconosciuto. 

L’alleato inaspettato

Recentemente, la ricerca sulle interazioni tra alimentazione e cervello ha compiuto notevoli passi avanti. Rivelando informazioni di grande valore e interesse. 

So che questo potrà sorprenderti, ha sorpreso anche me all’inizio. Ma il cibo ha un impatto diretto sulla sfera: 

dei pensieri,  della memoria,  della concentrazione,  dell'umore, delle emozioni. 

Quindi, se desideri allenare la tua mente per essere più concentrato e creativo, considera come il cibo che consumi, influenza il funzionamento del tuo cervello. 

Prova questo esercizio e poi mi dirai come le tue capacità di concentrazione e di memoria siano migliorate. Prenditi 3 mesi, in cui mangi bene, assumi alimenti nutrienti e bilanciati. 

So che ora forse sarai un po’ scettico, ma quale modo migliore di sperimentare per sapere? 

Hai presente tutti i punti sopra citati? Energia, sbalzi d’umore, blocchi creativi, vedrai come tutto questo avrà un importante miglioramento, te lo assicuro! 

La strada per una mente più focalizzata e brillante potrebbe essere più accessibile di quanto pensassi, e il segreto potrebbe trovarsi proprio nel tuo piatto.

Conclusione

In conclusione, il potenziale della mente umana è molto più ampio di quanto comunemente immaginiamo. La genialità non è un dono innato. È piuttosto, una capacità che possiamo coltivare e sviluppare per tutta la vita. La creatività gioca un ruolo fondamentale in questo processo. Poiché ci permette di pensare in modo innovativo e di superare gli schemi convenzionali.

Abbiamo esaminato il metodo di risoluzione creativa dei problemi di Walt Disney. Un approccio che può ispirare chiunque desideri potenziare la propria creatività e la capacità di concentrazione. Passare attraverso le fasi del Sognatore, del Realista e del Critico ci può aiutare a strutturare le idee e a trasformarle in realtà.

Inoltre, abbiamo scoperto come l’alimentazione abbia un impatto significativo sul funzionamento del cervello e sulla nostra capacità di concentrazione. Scegliere consapevolmente cosa mangiamo ogni giorno può rappresentare un passo fondamentale verso una mente più focalizzata e un’energia mentale migliorata.

In definitiva, allenare la mente per migliorare la concentrazione non richiede uno sforzo straordinario. È una sfida accessibile e affascinante che può portare a risultati sorprendenti. Il segreto sta nell’essere consapevoli delle nostre capacità, nella coltivazione della creatività e nella cura dell’alimentazione. 

Se vuoi davvero migliorare la tua concentrazione la tua produttività, avrai bisogno di un approccio integrato. Per questo motivo ti invitiamo a entrare nella community gratuita di Investhero. Qui, oltre a trovare altri contenuti simili, potrai conoscere imprenditori e investitori e confrontarti anche con le loro esperienze.

 

Stefano Picchio on EmailStefano Picchio on FacebookStefano Picchio on InstagramStefano Picchio on Youtube
Stefano Picchio
Imprenditore digitale
Tutto è iniziato nel 2013, momento in cui mi sono interessato al mondo dell'online.
In quegli anni facendo piccoli investimenti di natura finanziaria. Successivamente ho scoperto altri settori di investimento fino a conoscere ed appassionarmi di imprenditoria e digital marketing.
Ora ho uno smart-team di 11 collaboratori sparsi in giro per il mondo con i quali gestisco le mie 3 aziende.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *