Le truffe più diffuse nel mondo degli investimenti

Il classico schema piramidale non è purtroppo l’unica truffa che è stata ideata nel mondo degli investimenti e che ha fatto un grande numero vittime.

Di norma, se ti capita di trovare un’opportunità di investimento che sembra troppo conveniente e redditizia, molto probabilmente in realtà non lo è. Se poi non ti viene nemmeno fornita tutta la documentazione che richiedi o tutte le risposte alle tue domande, allora scappa!

Prima di lanciarti in un nuovo investimento, assicurati sempre di avere un quadro completo della situazione. Anche se sei davanti a un buon investimento. Non bisogna mai investire in ciò che non si conosce.

Vediamo, comunque, quelle che sono state e sono le truffe più diffuse.

Gli schemi piramidali e schema Ponzi

Lo schema Ponzi probabilmente è la truffa più diffusa e che ha permesso di rubare più soldi di qualsiasi altro tipo di truffa nel settore degli investimenti.

Praticamente consiste nel convincere più persone possibili a investire in un progetto, o comunque a versare dei soldi. I primi investitori, pagati con il capitale degli investitori successivi, crederanno di avere tra le mani un affare dal grande potenziale, il ché li spingerà a coinvolgere poi amici, parenti e conoscenti, generando così nuovi investitori e alimentando la truffa, in alcuni casi anche per decenni.

Prima o poi, però, il numero dei nuovi ingressi sarà inferiore al numero delle persone presenti, il sistema perciò diventerà insostenibile e crollerà con la conseguenza che gli investitori più recenti non riceveranno mai nulla indietro e che i rapporti tra le persone coinvolte saranno danneggiati.

Se non sei mai caduto vittima di un Ponzi e vuoi essere preparato, potrai trovare delle informazioni utili in questo articolo.

I vaglia cambiari fraudolenti

Il vaglia cambiario è un titolo di credito che viene emesso dalla Banca d’Italia su richiesta del cliente.

Ci sono stati, negli anni, episodi di vaglia cambiari non originali in cui si offrivano interessi piuttosto elevati. Essendo uno strumento finanziario considerato da molti a basso rischio e difficile da convalidare privatamente, sono state tante le persone coinvolte in truffe con al centro i vaglia cambiari fraudolenti, soprattutto anziane.

Le frodi valutarie

Anche le frodi valutarie sono un genere di truffa molto diffuso, soprattutto nelle località turistiche.

Il cambio di valuta fraudolento prevede la manipolazione dei tassi di cambio al mercato nero o presso vari exchange fisici. Il truffatore guadagna grazie alla differenza tra l’importo convertito tramite il tasso di cambio reale e l’importo convertito consegnato al cliente truffato, decisamente più basso.

La truffa del lingotto d’oro

Sono tanti gli investitori che preferiscono avere dei beni fisici, piuttosto che della liquidità. Per esempio, avere dei lingotti d’oro in cassaforte, piuttosto che del contante.

Può succedere a volte che i lingotti che si pensa di possedere in realtà non esistono. Ed è una delle truffe più difficili da riconoscere, a meno che non si vada di persona a eseguire le transazioni e vedere con i propri occhi l’oro comprato.

Molti truffatori mettono in piedi questo tipo di inganno, consapevoli che chi viene truffato non eseguirà mai i controlli necessari o non troverà mai la società che dovrebbe possedere i lingotti.

Una variabile di questa truffa è proporre di investire in una miniera d’oro che, però, non estrae nulla. La maggior parte degli investitori si basa sulle rassicurazioni dei venditori, i quali assicurano che la miniera stia producendo ottimi risultati, anche se la realtà e ben diversa.

Le assicurazioni sulla vita

Una delle truffe più immorali che si possano mettere in piedi è quella riguardante le assicurazioni sulla vita, in quanto vengono coinvolte persone vulnerabili o malate le quali, proprio per queste loro caratteristiche, sono molto facili da truffare.

Questo genere di truffa, però, ha contribuito a creare una pessima reputazione verso ciò che in realtà si può considerare un investimento, o comunque una spesa, ragionevole.

Investimenti non registrati

Solo perché i documenti finanziari sembrano reali non bisogna dare per scontato che tutti i titoli siano stati registrati correttamente. Bisogna sempre far controllare accuratamente tutti i documenti, perché è facile per i criminali copiare documenti reali per creare titoli non registrati a beneficio di aziende false.

Il mondo degli investimenti può essere una realtà molto pericolosa. Già di per sé, valutare un investimento è molto difficile, soprattutto per i novizi. Bisogna anche stare attenti a capire se quello che viene proposto è realmente un investimento o una truffa.

Può, in tal caso, essere molto d’aiuto, oltre all’informazione, anche avere la possibilità di confrontarsi con altri investitori, magari con più esperienza. Per questo motivo, se ti interessa il mondo degli investimenti, entra nella community di Investhero dove potrai trovare tanti altri contenuti interessanti e investitori con cui confrontarti.

 

Stefano Picchio on EmailStefano Picchio on FacebookStefano Picchio on InstagramStefano Picchio on Youtube
Stefano Picchio
Imprenditore digitale
Tutto è iniziato nel 2013, momento in cui mi sono interessato al mondo dell'online.
In quegli anni facendo piccoli investimenti di natura finanziaria. Successivamente ho scoperto altri settori di investimento fino a conoscere ed appassionarmi di imprenditoria e digital marketing.
Ora ho uno smart-team di 11 collaboratori sparsi in giro per il mondo con i quali gestisco le mie 3 aziende.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *